Home Cronaca Immigrazione, forze dell'ordine tunisine cominciano ad arrestare qualche scafista

Immigrazione, forze dell’ordine tunisine cominciano ad arrestare qualche scafista

Qualcosa si muove sull’altra sponda del Mediterraneo, nel contrasto all’immigrazione irregolare verso le coste siciliane. Le autorità tunisine avrebbero sventato diversi tentativi di partenza in massa verso le coste italiane nei governatorati di Gabes, Medenine e Sfax, fermando un totale 17 persone. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno di Tunisi in un comunicato,annunciando un’operazione della Guardia costiera che avrebbe consentito di impedire una partenza dalle coste di Zerkine a Gabes, con l’arresto di 4 persone e il sequestro di un’imbarcazione. Sarebbero 12 le persone sono fermate a Djerba (Médenine) in procinto di imbarcarsi, compreso l’organizzatore della traversata. La Guardia nazionale ha arrestato a Sfax un uomo dedito all’organizzazione di questi «viaggi della morte», dopo aver scoperto che due giovani lo avevano pagato 5.000 dinari tunisini (circa 1500 euro) per una traversata illegale verso le coste italiane, ed erano stati truffati.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

Palermo, due neonati, tra cui un’agrigentina, positivi al covid. Uno è intubato

A Palermo all’ospedale Cervello sono ricoverati due neonati, tra cui un'agrigentina, positivi al covid. Uno è intubato nel reparto di terapia intensiva neonatale. Nello...

Il Cga a favore di una professoressa di Raffadali

La Prof.ssa L.P.L. di Raffadali ha partecipato al concorso il concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente nella scuola con...

Agrigento, discarica in via Alfiere Volpe

Il vice presidente del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, segnala e documenta in foto e video (in onda oggi al Videogiornale di Teleacras)...

Alla Provincia di Agrigento si è insediato il nuovo Segretario Generale

Ad Agrigento alla Provincia si è insediato al mattino di oggi il nuovo Segretario generale. Si tratta di Pietro Nicola Amorosia, ...

Recent Comments