Home Politica Fondi europei e a fondo perduto

Fondi europei e a fondo perduto

Il governo Musumeci in ritardo sulle risorse a fondo perduto contro la pandemia covid e sulla spesa dei fondi europei. L’intervento del Partito Democratico.

Sono due le bordate che il Partito Democratico catapulta sul governo della Regione. La prima riguarda le risorse finanziarie che il governo Musumeci ha stanziato per alleviare i danni economici provocati dalla pandemia covid. La seconda invece trae spunto da quanto ha appena sostenuto il “Sole 24 ore”, ovvero che la Sicilia è in grave ritardo nella spesa dei fondi europei a disposizione. Più nel dettaglio la prima bordata è scagliata dal deputato nazionale del Partito Democratico, Carmelo Miceli, che spiega: “La Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate ha certificato che dall’inizio della pandemia ad oggi il Governo nazionale ha erogato per la Sicilia ben 553 milioni di euro a fondo perduto, di cui 403 milioni con il decreto Rilancio e 150 milioni con i decreti Ristori. Per quanto ci sia ancora da fare, una cosa è certa: il Governo Conte ha fatto la sua parte. il Governo Musumeci invece? Dove sono e a quanto ammontano le somme a fondo perduto stanziate dal suo Governo? E che fine hanno fatto i fondi della ‘Finanziaria di guerra’ approvata ormai da quasi un anno dalla giunta regionale?”. Il senso di approssimazione con cui sta operando Musumeci è dimostrato dall’incapacità di presentare un Bilancio di previsione che serva a contrastare gli effetti economici negativi della pandemia. Continuando così affonderà l’economia di un’intera Isola” – conclude Miceli. La seconda bordata invece è lanciata dal deputato regionale Giuseppe Lupo, capogruppo del Partito Democratico all’Assemblea Regionale, che ha appena letto sul “Sole 24 ore” che la Sicilia deve ancora certificare 2 miliardi e 700 milioni di euro di spesa dei fondi europei a disposizione. E Lupo denuncia: “L’allarme lanciato dal ‘Sole 24 ore’ sul ritardo con il quale la Sicilia sta portando avanti la spesa dei fondi europei suona come un ulteriore campanello d’allarme sull’incapacità gestionale del governo Musumeci: secondo l’autorevole quotidiano economico infatti la Sicilia deve ancora certificare 2,7 miliardi di euro di Por Fesr su una dotazione di 4,3 miliardi da utilizzare entro il 2023. E se si considerano anche le somme del Psr, i fondi europei da spendere entro il 2023 salgono a 4,2 miliardi. Musumeci è sempre pronto a lamentarsi quando deve scaricare le responsabilità sugli altri, ma in questo caso davvero non può cercare alibi. I fondi europei dovrebbero essere l’asse portante delle politiche di coesione e sviluppo della Regione, ma ancora con il suo governo la Sicilia sale alla ribalta per incapacità e ritardi”.

Angelo Ruoppolohttp://www.teleacras.com
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune : Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. I suoi servizi sono, quotidianamente, pubblicati e tradotti da siti anche non italiani, utilizzando i video youtube, con milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo[at]virgilio.it

Most Popular

Di Rosa nominato vice presidente Codacons

L’ex consigliere comunale di Agrigento e coordinatore del movimento Mani Libere, Giuseppe Di Rosa, è stato nominato vice Presidente provinciale dell’associazione a difesa dei...

Adas, donazione sangue a Favara ed a Naro

La settimanale giornata di raccolta del sangue, organizzata dall’Adas, si svolgerà domenica 7 marzo, dalle ore 8 alle 12, a Favara in Piazza Cavour...

Grazie ai Carabinieri bonificata Favara ovest

Al fine di tutelare la salubrità ambientale e degli ambienti di vita i Carabinieri del Centro Anticrimine Natura di Agrigento, coordinati dalla locale Procura...

La seconda giornata dell’operazione “Oro rosso”

La Polizia Ferroviaria ha compiuto in Sicilia la seconda giornata dell’anno dell’operazione cosiddetta “Oro rosso”, che si svolge a livello nazionale a contrasto del...

Recent Comments