Home Cronaca Covid, tra emergenza sanitaria ed economica

Covid, tra emergenza sanitaria ed economica

In Sicilia dati più che positivi a fronte dell’emergenza sanitaria legata al coronavirus. Peggiora invece la situazione economica.

Migliora la situazione sul fronte dell’emergenza Covid in Sicilia. E’ stabile la curva dei nuovi casi, che continua a mantenersi sotto quota mille, mentre cala sensibilmente il numero delle persone attualmente contagiate grazie a un boom di guariti. L’ultimo dato da sottolineare è quello di un calo consistente dei ricoveri ospedalieri di pazienti Covid, sia in area medica che in terapia intensiva, ben al di sotto della soglia di guardia. Più nel dettaglio, secondo il report quotidiano del Ministero della Salute, a giovedì sono 994 i nuovi positivi, su 22.761 tamponi processati con una incidenza del 4,3% come tasso di positività. L’isola è settima per contagio dopo la Lombardia, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Piemonte e Puglia. Le vittime sono state 37 e portano il totale a 3.371. Gli attualmente positivi sono 46.176, con un decremento di 854 casi rispetto a mercoledì. I guariti sono infatti ben 1.811. Ma il dato più incoraggiante è quello di un calo, per la prima volta consistente, dei ricoveri ospedalieri: 1.620, 33 in meno rispetto a mercoledì, dei quali 215 in terapia intensiva, 17 in meno. E’ un andamento positivo confermato anche dall’analisi settimanale della Fondazione Gimbe, che osserva come in Sicilia, a differenza di altre regioni, restano sotto la soglia di saturazione (fissata rispettivamente al 40% e al 30%) i posti letto occupati da pazienti Covid in area medica (34%) e terapia intensiva (28%). Buoni anche i risultati ottenuti per quanto riguarda la campagna vaccinale. Sempre dall’analisi di Fondazione Gimbe, emerge che in Sicilia sono 3.717 le dosi di vaccino consegnate per 100.000 abitanti, a fronte della media in Italia che è di 3.567. Lo 0,58% della popolazione siciliana ha completato il ciclo vaccinale, e in tal caso la media in Italia è dello 0,45%. Resta invece preoccupante la situazione economica, come sottolineano 17 associazioni imprenditoriali che hanno chiesto un incontro urgente con il presidente della Regione, Nello Musumeci, e con l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano. “L’emergenza Covid – scrivono le associazioni – ha rappresentato il colpo di grazia per un tessuto imprenditoriale fragile come quello della nostra Isola. Servono interventi urgenti e misure straordinarie per risollevare le sorti dello sviluppo siciliano. Fondamentale è la sicurezza e il rispetto di tutti i protocolli, ma oggi è necessario considerare la riapertura dell’economia legata al commercio, alla ristorazione e al turismo”.

Most Popular

Due arresti e un ritiro armi ad opera della Squadra Volanti di Agrigento

I poliziotti della Squadra Volanti di Agrigento, diretti dal commissario Manuel Montana, hanno arrestato un uomo di 45 anni, di Porto Empedocle, sorpreso in...

Domani all’ospedale di Sciacca la campagna “Vaccinati mamma”

Domani, mercoledì 27 ottobre, a Sciacca, all’ospedale San Giovanni Paolo secondo, si svolgerà, su iniziativa dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento in collaborazione con le...

“Game over”, assolto l’imprenditore agrigentino, Davide Schembri

La sezione del Tribunale di Palermo presieduta da Riccardo Corleo, a termine della camera di consiglio intorno all’una della notte scorsa, ha emesso...

Comitini, piazza Umberto si rifà il look

Da oggi iniziano i lavori di rifacimento di Piazza Umberto a Comitini. Lo annuncia, soddisfatto, il sindaco Nino Contino che aveva promesso questo intervento...

Recent Comments