HomeCronaca"La sanatoria di un abuso edilizio può essere presentata solo con il...

“La sanatoria di un abuso edilizio può essere presentata solo con il consenso di tutti i proprietari”

I coniugi A.S. e D.C. hanno richiesto al Comune di Burgio il rilascio del titolo edilizio in sanatoria in relazione ad alcune opere di ampliamento e sopraelevazione di un fabbricato rurale.
Il Comune di Burgio ha, tuttavia, denegato la concessione in sanatoria richiesta dai coniugi A.S. e D.C. motivando, nei termini che seguono, le ragioni del rigetto: “Considerato che le memorie presentate non consentono di definire la fattispecie della questione in quanto trattasi di comproprietari ed in totale disaccordo, si ritiene che in assenza di un titolo di proprietà esclusiva non si possa procedere al rilascio della concessione edilizia in sanatoria.
I coniugi A.S. e D.C., quindi, hanno impugnato il provvedimento del Comune di Burgio innanzi al T.A.R. Sicilia – Palermo asserendo che il responsabile dell’abuso possa chiedere la concessione edilizia in sanatoria anche senza il consenso degli altri comproprietari.
Il sig. M.C., con il patrocinio degli Avv.ti Girolamo Rubino e Rosario De Marco Capizzi, ha proposto, nella qualità di comproprietario del fabbricato, un atto di intervento ad opponendum nel giudizio promosso dai signori A.S. e D.C. per chiedere il rigetto del ricorso.
In particolar modo il Sig. M.C., dopo aver chiarito la propria legittimazione ad intervenire nel giudizio, ha richiamato copiosa giurisprudenza del Consiglio di Stato e del C.G.A. che afferma il principio secondo cui il rilascio del titolo edilizio in sanatoria presuppone il consenso, almeno implicito, di tutti i comproprietari del bene.
Lo stesso M.C. ha poi evidenziato, producendo pertinente documentazione, di essersi sempre opposto alla richiesta di rilascio del titolo edilizio in sanatoria, avendo assunto nel corso degli anni varie iniziative volte alla rimozione degli abusi edilizi commessi dai coniugi A.S. e D.C.
Il T.A.R. Sicilia Palermo, in totale adesione ai rilievi degli Avv.ti Rubino e De Marco Capizzi, ha da un lato affermato la legittimazione ad intervenire nel giudizio del Sig. M.C. e, dall’altra, ha respinto il ricorso presentato dai Sig.ri A.S. e D.C. ribadendo il principio secondo cui la richiesta di concessione in sanatoria presuppone il consenso, quanto meno implicito, di tutti i comproprietari.

Angelo Ruoppolo
Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, con Radio 105 nello Zoo di Radio 105 e Rebus su Rai 3. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al giugno 2023 quasi 30 milioni di visualizzazioni complessive. Gli sono stati assegnati diversi premi tra cui: "Sipario d'Oro", "Alessio Di Giovanni", "Mimosa d'Oro", "Pippo Montalbano". Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it
- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments