Home Politica Ars, è resa, il provvisorio a marzo

Ars, è resa, il provvisorio a marzo

Nonostante i tentativi per evitare ciò che si è ritenuto fosse evitabile, l’esercizio provvisorio del bilancio della Regione a marzo oltre la scadenza del 28 febbraio si è rivelato non evitabile. Un colpo di falce ha tagliato tanti emendamenti che avrebbero ostacolato il cammino verso la rapida approvazione entro febbraio, ma, ancora una volta, tra i meandri non esplorabili della politica, il martello martellato nei palazzi dei Normanni e d’Orleans ha reso vana la falciatura, confermando il passo di lumaca della legislatura che, sempre più appesantita da fardelli irrisolti, volge al termine. La Commissione Bilancio ha lavorato strenuamente, e poi è stata costretta a issare bandiera bianca, arrendendosi. Il collegio, presieduto da Vincenzo Vinciullo, ha votato: l’esercizio provvisorio a marzo? E 6 deputati componenti della Commissione hanno risposto col voto sì. Altri 4, tra Pd e Movimento 5 Stelle, invece no. E Vinciullo tenta di metabolizzare la resa, che è una sconfitta, e commenta: “Vista l’impossibilità di raggiungere una soluzione condivisa sul documento, e vista la difficoltà di interpretare le conclusioni della Conferenza dei capigruppo, il collega Di Giacinto ha proposto la proroga dell’esercizio provvisorio e l’abbiamo messa al voto.” Ovviamente il cielo sereno dell’approvazione entro febbraio è stato subito offuscato dal temporale del rinvio a marzo, e l’assessore regionale all’Agricoltura, del Partito Democratico, Antonello Cracolici, scatena la pioggia delle reazioni e tuona: “Qualcuno pensa che l’unico modo di fare politica è rinviare i problemi. Questi meccanismi finiscono per allontanare la gente.” E Alice Anselmo, capogruppo del Pd a Sala d’Ercole, coglie la palla lanciata da Cracolici e la rilancia così: “Prorogare l’esercizio provvisorio, dopo giorni di lavoro durante i quali erano stati portati avanti temi importanti quali quelli a favore di sportellisti, precari Asu, forestali, assistenza ai disabili ed esenzione ticket per i non occupati e per le famiglie affidatarie, è un atto irresponsabile. Esercizio provvisorio vuol dire bloccare i finanziamenti che avrebbero potuto dare ossigeno alle casse dei Comuni e fermare la possibilità di investimento. E’ un atto grave, portato avanti da pezzi della maggioranza e pezzi della minoranza e che rischia di ricadere pesantemente sulle categorie più deboli della nostra Regione.”

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

“Waterloo”, Marco Campione interrogato otto ore

Dopo la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari da parte della Procura di Agrigento nell’ambito dell’inchiesta cosiddetta “Waterloo”, l’imprenditore di Agrigento, già presidente...

Covid, ad Agrigento rinviato il giuramento di Ippocrate

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Agrigento ha rinviato la consueta cerimonia annuale, peraltro già programmata, durante la quale i neo-iscritti all’Ordine avrebbero...

Il boss Salvatore Di Gangi non è stato ucciso

Salvatore Di Gangi, il capomafia di Sciacca di 79 anni trovato morto in una galleria della stazione Principe a Genova sabato scorso 27 novembre,...

Il commissario della Provincia di Agrigento, Raffo, lancia un appello alla vaccinazione

Il commissario della Provincia di Agrigento, il generale Vincenzo Raffo, ha diffuso un appello alla popolazione a completare il ciclo vaccinale. E afferma: “Con...

Recent Comments