Home Cronaca “Villa Sodano”, interventi incrociati

“Villa Sodano”, interventi incrociati

E adesso spazio agli interventi delle parti in causa dopo la sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione Sicilia che, accogliendo il ricorso degli avvocati Girolamo Rubino e Giulio Corso, ha sentenziato che ad Agrigento, in contrada Maddalusa, la villa dell’ex sindaco e senatore Calogero Sodano non è da demolire perché non sono state compiute opere abusive, e che Legambiente, Comune e Soprintendenza di Agrigento pagheranno le spese di giudizio e di riscontro tecnico.

Calogero Sodano
Lo stesso Calogero Sodano commenta: “Con sentenza irrevocabile il Consiglio di giustizia amministrativa ha sancito che la casa che mia suocera ha lasciato alla mia famiglia non è mai stata abusiva e che, anzi, il suo restauro, usando le parole del consulente e dei giudici amministrativi, è stato improntato al mantenimento dei caratteri essenziali desumibili da quel che restava del fabbricato originario rispettandone i caratteri propri. Si è così realizzato, come hanno accertato i giudici, il recupero di un’area che era degradata, nel rispetto della legge, dell’ambiente e del paesaggio. Tante parole e falsità si sono spese riguardo a questa casa che oggi sono state spazzate via da una sentenza chiara e finalmente rispettosa dei fatti, come la mia famiglia è stata rispettosa della legge e dei vincoli imposti a protezione della bellezza della nostra Città. Anche questa decisione ripaga di tante amarezze me e la mia famiglia e ringrazio i miei avvocati, il professor Corso e l’avvocato Rubino, nonché il professor Gangemi per lo straordinario risultato conseguito. Nonostante tutto, dopo 16 anni, è stata ristabilita una delle tante verità negate alla città di Agrigento” – conclude Calogero Sodano.
Giuseppe Arnone
E l’avvocato Giuseppe Arnone, autore dell’esposto – denuncia contro la villa della famiglia Sodano, già dirigente regionale di Legambiente, e già avvocato della parte civile Legambiente all’epoca del giudizio penale, ha diffuso alla stampa un ampio e articolato intervento e, in sintesi, trae le seguenti conclusioni: “La sentenza penale 633 del 2006, confermata dalla Cassazione nel 2010, ha disposto la demolizione dell’immobile perché totalmente abusivo, e il Giudice amministrativo non può disattendere in alcun modo una sentenza penale confermata dalla Cassazione. La villa dovrà dunque essere demolita perché lo ha disposto il Tribunale di Agrigento in modo irrevocabile.”

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Most Popular

Incidenti e furti tra Agrigento e provincia

Ad Agrigento, a San Leone, lungo viale Emporium, un’automobile Audi si è scontrata contro una Toyota. Una ragazza, passeggera nell’Audi, è stata condotta in...

71 chili di droga nel cimitero

La Guardia di Finanza, in occasione di un blitz nel cimitero di Giarre, in provincia di Catania, ha trovato 71 chili tra marijuana, hashish...

Furti di auto e moto nel Palermitano, 7 arresti

I Carabinieri della Compagnia di Misilmeri, in provincia di Palermo, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare a carico di 10 palermitani, indagati, a vario...

Sparatoria a Palermo, arrestato per tentato omicidio

A Palermo è stato arrestato per tentato omicidio Giuseppe Napoli, l'uomo di 49 anni che ieri ha sparato contro una donna e il cugino...

Recent Comments