Home Attualità Prg bloccato a Sciacca, Ordine Architetti chiede commissariamento Consiglio comunale

Prg bloccato a Sciacca, Ordine Architetti chiede commissariamento Consiglio comunale

Scoppia il caso del Piano regolatore generale di Sciacca che, dopo i pareri del Consiglio regionale dell’Urbanistica, vede bloccarsi l’iter a causa dell’incompatibilità dell’ufficio Tecnico e del Consiglio comunale. L’Ordine degli architetti di Agrigento, presieduto da Alfonso Cimino, chiede il commissariamento del Consiglio comunale stesso perché “una città in assenza dello strumento urbanistico è un territorio senza futuro – spiega Alfonso Cimino – Se poi consideriamo che dopo lunghissimi anni, finalmente, siamo nella fase di arrivo e in questa fase non è possibile esercitare lo strumento della concertazione per l’incompatibilità dell’ufficio Tecnico e di tutto il Consiglio comunale, il problema, seppur paradossale, sfocia in una fase di declino del territorio. Ed è esattamente ciò che sta accadendo a Sciacca”. Il Consiglio Regionale dell’Urbanistica, nell’adunanza del 29 luglio scorso e dopo un lunghissimo iter procedurale, ha finalmente espresso il proprio parere al PRG, adottato con delibera del commissario ad acta con i poteri del C.C. n. 16 del 20 aprile 2015, ma né l’ufficio Tecnico né il Consiglio Comunale potranno controdedurre poiché incompatibili. “Quindi la città ed i cittadini non potranno essere tutelati dai propri rappresentanti nell’indicare alcune giuste osservazioni  – prosegue il presidente Cimino – Gli Architetti di Sciacca, con i propri rappresentanti dell’Ordine degli architetti Michele Ferrara e Salvatore Porretta, di concerto con gli altri liberi professionisti, tecnici e i rappresentanti degli altri Ordini professionali quali agronomi, geologi, geometri, ingegneri e periti agrari, hanno avuto modo in questi giorni di dibattere sulle opportunità di azioni congiunte che vedono un PRG che, di fatto, nasce desueto, non muove i suoi passi sullo sviluppo della città in relazione anche a una nuova Legge Urbanistica siciliana. Per queste ragioni riteniamo con grande forza che le azioni da compiere possono essere da una parte quella di commissariare il Consiglio comunale e dall’altra, in modo congiunto, di far slittare i tempi per controdedurre”.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com
- Advertisment -

Most Popular

Lampedusa, 26 sbarchi in 24 ore, record

Altri undici barchini, con circa 300 migranti a bordo, sono stati soccorsi nelle ultime ore a Lampedusa dove nel giro di 24 ore è...

Referendum “ignorato” in Sicilia e ad Agrigento in particolare

L’affluenza alle urne per il referendum in Sicilia alle 12 e’ stata del 6,41. Il dato piu’ basso in Italia, anche perche’ nella regione...

La mansarda trasformata in serra per la marijuana, un arresto a Favara

Una mansarda trasformata in serra per la droga. Poco meno di un centinaio di piante di marijuana – 96 per la precisione – che...

Rischio assembramenti e denunce, chiudono 3 locali della movìda di Agrigento

Assembramenti e mancato rispetto delle norme anti-Covid 19 hanno portato alla chiusuira diversi locali della movida agrigentina. Tre, tra i principali locali notturni della...

Recent Comments