Home Cronaca "Sorella Sanità", arrestato l'avvocato canicattinese Li Calzi

“Sorella Sanità”, arrestato l’avvocato canicattinese Li Calzi

Un nuovo arresto nell’ambito dell’inchiesta “Sorella sanità” sul giro di tangenti per aggiudicarsi gli appalti pubblici nella sanità. Ai domiciliari è stato ristretto l’avvocato Vincenzo Li Calzi, 45 anni, di Canicattì, dopo che il Tribunale del Riesame ha accolto il ricorso della Procura contro la decisione del giudice per le indagini preliminari che lo scorso 22 maggio non ha accolto la richiesta di misura cautelare per Li Calzi. La Cassazione ha respinto il ricorso della difesa. Li Calzi sarebbe stato un fidato collaboratore dell’imprenditore Salvatore Manganaro, anche lui di Canicattì. Secondo la Procura di Palermo, l’avvocato avrebbe svolto il delicato compito di contabile delle tangenti per conto di Manganaro, del quale sarebbe stato prestanome delle principali società di comodo nelle quali sarebbero confluiti i soldi accumulati illecitamente.

Redazionehttp://www.teleacras.com
redazione@teleacras.com

Most Popular

In Sicilia positivi tornano a crescere, è prima

Sono 133 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore su 13.310 tamponi processati, con una incidenza che risale allo...

Agrigento, la Provincia premia i volontari anti-covid

Ad Agrigento, domani, mercoledì 23 giugno, alla Provincia, nella Sala Giglia, alle ore 16, saranno consegnati gli attestati di riconoscimento alle associazioni di Protezione...

Agrigento, Miccichè accoglie le dimissioni di Costanza Scinta. Intervista al Vg

Al Comune di Agrigento, dopo averle congelate, il sindaco, Franco Miccichè, ha adesso accolto e protocollato le dimissioni dell’assessore ai lavori pubblici, Antonino Costanza...

‘Servire Agrigento’: “In città una scultura per Marco Pantani”

Il coordinatore provinciale del movimento “Servire Agrigento”, Raul Passarello, ha proposto al sindaco Miccichè di promuovere un concorso di idee per la realizzazione di...

Recent Comments