Home Politica Approvata la finanziaria. Caos nella maggioranza

Approvata la finanziaria. Caos nella maggioranza

L’Ars ha approvato la finanziaria: 35 voti favorevoli e 24 contrari. Si tratta di un documento più che dimezzato e che viene approvato, di fatto, ‘liberato’ per evitare la paralisi ma che è frutto di scontri e veti incrociati.
Per riuscire a uscire dall’impasse è stato deciso lo stop al resto delle norme residue, l’Ars ha dunque votato le tabelle e poi si è proceduto al voto finale della manovra finanziaria. Una decisione comunicata all’aula dal Presidente dell’Ars.
“Quest’aula non risponde più al governo, parlo della maggioranza. Non siamo più in condizione di votare, è saltato il banco. Qualsiasi norma che metto al voto viene bocciata. Ne dobbiamo prendere atto e dovremo interrogarci sul perché siamo arrivati a questo punto: se dipende dalla classe dirigente, dagli errori fatti. Sono il primo che si deve interrogare” aveva detto Miccichè, rivolgendosi alla maggioranza in aula, durante l’esame della finanziaria con la maggioranza a pezzi dopo la bocciatura di una serie di norme.
Alle rimostranze di alcuni deputati di maggioranza, compresi alcuni di Forza Italia, che hanno insistito per votare alcune delle norme residue della manovra, Miccichè ha risposto: “Non mi posso permettere di fare bocciare tutto”. Sono dieci gli articoli, contenenti una serie di norme, che la Presidenza dell’Ars ha stralciato. Sul fronte delle opposizioni, Pd e M5s hanno assicurato il voto alle tabelle, per non fare crollare l’intera manovra.
“Vi supplico, non aprite dibattiti. Votiamo questa finanziaria, sta diventando uno strazio: altrimenti sospendo e rinvio a domani” aveva detto alla fine duro Miccichè implorando il Parlamento.
“Norme bocciate della finanziaria? Ci sono ascari nella maggioranza” aveva tuonato il governatore della Sicilia, Nello Musumeci, prendendo la parola nel prendere atto della decisione del presidente dell’Ars.

Angelo Ruoppolohttps://www.teleacras.it
Giornalista professionista, di Agrigento. Nel febbraio 1999 l’esordio televisivo con Teleacras. Dal 24 aprile 2012 è direttore responsabile del Tg dell’emittente agrigentina. Numerose le finestre radio – televisive nazionali in cui Angelo Ruoppolo è stato ospite. Solo per citarne alcune: Trio Medusa su Radio DeeJay, La vita in diretta su Rai 1, Rai 3 per Blob Best, Rai 1 con Tutti pazzi per la tele, Barbareschi shock su La 7, Rai Radio 2 con Le colonne d’Ercole, con Radio DeeJay per Ciao Belli, su Rai 3 con Mi manda Rai 3, con Rai 2 in Coast to coast, con Rai 2 in Gli sbandati, ancora con Rai 2 in Viaggio nell'Italia del Giro, e con Radio 105 nello Zoo di Radio 105. Più volte è stato presente e citato nelle home page dei siti di Repubblica e di Live Sicilia. Il sosia di Ruoppolo, Angelo Joppolo, alias Alessandro Pappacoda, è stato il protagonista della fortunata e gettonata rubrica “Camera Zhen”, in onda su Teleacras, e del film natalizio “Gratta e scappa”, con una “prima” affollatissima al Cine Astor di Agrigento. I suoi video su youtube contano al marzo 2021 oltre 25 milioni di visualizzazioni complessive. Indirizzo mail: angeloruoppolo@virgilio.it

Most Popular

Covid: in Sicilia 263 i nuovi positivi, tre i decessi

Sono 263 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 13.929 tamponi processati, con una incidenza al 1,8%. La...

E’ morto il padre della collega giornalista Daniela Spalanca

E' morto a Grotte il padre della collega giornalista a Teleacras, scrittrice e insegnante Daniela Spalanca. Il dottore Gaspare Spalanca, pediatra e medico di...

Favara, “Meloni capovolta”, l’intervento dell’Udc

In riferimento al caso del manifesto con Giorgia Meloni commissionato da “Fratelli d’Italia” di Favara, e pubblicato sui social capovolto, il Coordinatore dell'Udc a...

Incidente stradale, morto uomo di 30 anni

Un incidente stradale lungo la statale 417 Catania – Gela, nei pressi di Caltagirone, ha provocato la morte di Mirko Di Dio, 30 anni,...

Recent Comments